Il meglio della Georgia – 7 giorni

Tbilisi – la capitale del V secolo.

Ananuri – cittadella fortificata del medioevo con il bellissimo lago.

Mtskheta – patrimonio dell’UNESCO.

Kutaisi – il Cattedrale di Bagrati del XI secolo, patrimonio dell’ UNESCO. Riserva di Sataplia, dove e’ stata ritrovata la zampa del dinosauro. 

Alta Adjara – le montagne del Mar Nero.

I Giorno: TBILISI

Tbilisi, giorno d’arrivo, incontro nell’aeroporto e sistemazione nell’albergo. Tempo libero durante la mattinata per la visita libera della città. Escursione nella Città Vecchia – Il monastero di Metekhi (XIII secolo); Abanotubani – con le sue terme sulfuree; fortezza di Narikala- antico simbolo dell’ ingegnosità’ difensiva di Tbilisi; la Cattedrale di Sioni della Santissima Trinità, Museo Nazionale della Georgia, il viale centrale di Tbilsi – Rustaveli, Il Pantheon “Mtatsminda”.

II Giorno : TBILISI/MTSKHETA/TBILISI

Escursione nell’antica capitale e cuore spirituale della Georgia: Mtskheta, Monastero di Jvari (Croce), (586-604), Cattedrale di Svetitskhoveli (1010-1029). Visita di Shiomgvime, complesso storico architettonico. Rientro a Tbilisi e sistemazione nell’albergo.

III Giorno: TBILISI/ANANURI/KUTAIASI

Viaggio lungo la spettacolare strada militare georgiana, a nord di Tbilisi, nella cittadella fortificata con le diverse chiese di Ananuri (XVII secolo) e con bellissimo lago di Zinvali.

Kutaisi – visita del Cattedrale di Bagrati (XI secolo, patrimonio del Umanità UNESCO) e il complesso di Gelati (XII-XIII secolo).

Visita alla riserva di Sataplia, dove e’ stata ritrovata la zampa del dinosauro.
Sistemazione in hotel a Kutaisi.

IV Giorno: KUTAISI/BATUMI/GONIO
Partenza per Batumi, sul Mar Nero. Escursione nella fortezza di Gonio, grande insediamento di epoca romana, al cui interno si trova la tomba di S. Matteo apostolo. Tempo libero a Batumi per godersi il Mar Nero. Pernottamento a Batumi.

V Giorno: BATUMI

Tempo Libero, visita di Batumi città: il parco di Batumis Bulvari con la lunga spiaggia, la piazza centrale con il monumento di Medea, la Moschea antica ed ecct.

VI Giorno: ALTA AJARA

Escursioni in montagna nella regione dell’ Adjara

VII Giorno: BORJOMI/AKHALTSIKHE
Partenza da Borjomi e Akhaltsikhe.

***

Altri dettagli verranno concordati secondo richiesta.

nota bene: la durata del tour si adatta al vostro arrivo ed alla vostra partenza.


L’ Acqua minerale Borjomi
La sua sorgente si trova nel paese di Borjomi, è una città situata nella regione di Samtskhe-Javakheti , in una pittoresca gola sul bordo orientale del Parco Nazionale Borjomi-Kharagauli.

Borjomi park

dove nel 1890 e’ stata fondata la fabbrica di Borjomi dell’acqua minerale Ferrosa e salata che si beve come una medicina.
Borjomi e’ acqua minerale di origine vulcanica. Con alto contenuto dell’anidride carbonica viene sulla superficie da 8-10 km di profondità. A differenza di altre acque minerali gassate, Borjomi non riesce a raffreddarsi sotto la terra e esce alla superficie 38-40 ° С, “la via” che passa Borjomi tra le montagne del Caucaso, la arricchisce con 60 diversi composizioni minerali.
L’acqua minerale Borjomi nasce nelle montagne del Caucaso in Adjara, nella parte centrale di un’altitudine di 760-920 metri. Riserva naturale di acqua minerale Borjomi si estrae dai 9 pozzi situati ad una profondità di 1200 metri fino a 1500.
Grazie alle sue proprietà taumaturgiche, l’acqua che abbonda nella regione è anche fonte di turismo termale.
Gli storici e gli archeologi sostengono che “Borjomi” e’ acqua minerale non solo per bere ma per le cure termali con uso medicinale. Molte fonti hanno confermato che l’acqua minerale veniva utilizzata nel I secolo  a. C – I secolo d. C  fino alla fine del XVI secolo. Hanno anche trovato i tubi di argilla esistenti secoli fa, i quali univano con la fonte di Borjomi. Nel periodo dei XVI-XVIII secoli, durante molte guerre e invasioni dei nemici, l’acqua minerale viene dimenticata e abbandonata. Solo del XIX secolo l’acqua minerale viene riutilizzata e sotto Ex-Unione Sovietica e’ diventata famosissima.
L’acqua Borjomi ha un sapore leggermente sapido che la rende molto particolare e ricercata, è utile nella cura delle malattie gastro-intestinali, del canale alimentare, renali e urinari, cardio-vascolari, respiratorie, del fegato e del sistema nervoso.
Come composizione e caratteristiche terapeutiche è simile all’acqua minerale francese di Vichy.
Attualmente, la Georgia distribuisce l’acqua a 30 paesi del mondo.

La bottiglia di Borjomi e’ di colore verdastro, ed ha la sua licenza – Verde blu (verde georgiano).

Borjomi – l’acqua minelare

I fatti interessanti:
•    La vecchia leggenda georgiana,  narra che il nome Borjomi deriva da due parole: “borji” (la collina) e “omi” (la guerra), la citta’ Borjomi durante frequenti guerre, grazie alla sua posizione favorevole, ci sono stati costruiti torri di guardia.
•    Acqua minerale “Borjomi” ricca con l’ionio e iodio riduce il rischio di carie.
•    Winston Churchill, durante la sua visita nell’ex- Unione Sovietica, nel suo tavolo si trovava la bottiglia di “Borjomi”, come parte integrante del protocollo.
•    Quando Yuri Gagarin e’ tornato dallo spazio, la prima cosa che ha chiesto era l’acqua minerale Borjomi.
•    Età di Borjomi e’ 1500 anni, dal 1890 fino ad oggi le analisi di laboratorio confermano che la composizione minerale dell’acqua durante questo periodo rimane invariata.

Chiedici un preventivo, ti risponderemo volentieri!

[wpforms id=”2172″ title=”false” description=”false”]